Phone +39.3480331144

Esperienze||Il dilemma "soft skills"

Star InactiveStar InactiveStar InactiveStar InactiveStar Inactive

Il vantaggio principale del coaching, perlomeno per me che ci lavoro, è che ogni cliente è una storia nuova. Ogni storia, una nuova rotta di apprendimento da tracciare, sulla base di un dialogo continuo su obiettivi, metodi e modalità migliori per raggiungere efficacemente la destinazione.

Molto spesso, la negoziazione, la discussione, l'aggiornamento degli obiettivi continuano dalla prima fino all'ultima sessione! Scegliere il coaching significa sopratutto assumersi in prima persona la responsabilità del proprio apprendimento.

Ecco alcune storie di clienti coi quali ho lavorato o sto lavorando (per riservatezza, i nomi sono stati cambiati)...

Comunicare le competenze - hard e soft

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 Un CV pieno di competenze tecniche, ma come fai a comunicare efficacemente le tue "competenze soft" in un colloquio in inglese?

Ingegnere quarantenne, Gianmarco sta progettando il prossimo passo della sua carriera: fare un'esperienza lavorativa all'estero, dopo più di dieci anni passati come tecnico in un importante Ministero. All'orizzonte, due opportunità, entrambe allettanti, remunerative, e, sopratutto caratterizzate da una selezione basata su un colloquio di lavoro in inglese. Qualcosa che Gianmarco non ha mai sperimentato, poiché fin dalla laurea, quindici anni prima, ha accumulato esperienze in imprese private italiane (notoriamente abborracciate quanto a metodi e tecniche di selezione del personale) o all'interno della Pubblica Amminstrazione (ruoli di grande responsabilità a livello tecnico, ma con assegnazione per concorso pubblico).

Ora, entrambe le opportunità presentano lo stesso ostacolo: che sia una posizione in Asia per un'importante multinazionale come responsabile dei processi tecnici di un grande stabilimento, o un ruolo di consulente esperto nel suo settore professionale per conto di una delle Direzioni Generali della Commissione Europea a Bruxelles, Gianmarco dovrà fronteggiare tra qualche mese due importanti colloqui in inglese.

Dall'alto della sua esperienza professionale, Gianmarco ha già ben chiara la direzione da prendere col coaching e gli ostacoli principali da superare: il suo inglese è ad un ottimo livello, e c'è veramente poco da fare dal punto di vista della pronuncia, della grammatica o dell'ampiezza e profondità del linguaggio tecnico padroneggiato:

"come faccio ad affrontare la parte del colloquio fondata sulle mie 'soft skills?'", si chiede Gianmarco

Il problema è, essenzialmente, "politico": riuscire a comunicare efficacemente nel corso del colloquio in inglese le proprie competenze, sopratutto le mitiche "soft skills" - qualcosa che, tipicamente, per un ingegnere è "fuffa", ma che per un esperto di selezione del personale è il pane quotidiano: la valutazione del profilo psicologico, e delle "competenze soft" possedute dal candidato.

Nel caso del colloquio per la Commissione Europea, poi, il problema è duplice, perché il suo incarico comporta delle responsabilità di "coordinamento e policy diffusion", cioé la capacità di "persuadere una rete eterogenea di stakeholder" che le policies emanate dalla Commissione sono valide e devono essere implementate.

"Come posso sperare di essere valutato meglio di candidati che hanno un profilo "politico", più che tecnico come il mio?", questa la domanda con la quale Gianmarco arriva al primo colloquio.

 

"When it comes to soft skills, most people think they are all about those warm-and-fuzzy people skills. Yes, it's true people skills are a part of the equation, but that's just for starters", afferma Peggy Klaus nel libro The Hard Truth About Soft Skills: "While hard skills refer to the technical ability and the factual knowledge needed to do the job, soft skills allow you to more effectively use your technical abilities and knowledge. Soft skills encompass personal, social, communication, and self-management behaviors. They cover a wide spectrum of abilities and traits: being self-aware, trustworthiness, conscentiousness, adaptability, critical thinking, attitude, initiative, empathy, confidence, integrity, self-control, organizational awarenss, likability, influence, risk-taking, problem solving, leadership, time management, and then some. Quite a mouthful, eh?!"

 

Il fatto che si chiamino "soft" non significa che siano competenze irrilevanti!

 

Insieme, stabiliamo un "contratto" basato sul principale punto di forza del coaching:

nel risicato tempo a nostra disposizione, (due mesi) lavoreremo principalmente sul simulare il colloquio di lavoro in inglese.

La mia esperienza (e sopratutto, il mio spirito "sadico" he he) mi consente di mettere Gianmarco sulla graticola per un tempo e una durata sufficienti a permettergli di riflettere su come funziona il processo e sviluppare autonomamente le sue proprie risposte, trovando la "sua verità".

Paradossalmente, poi, verrà fuori nel corso del coaching che l'idea che Gianmarco si era fatta (che un profilo tecnico come il suo sarebbe stato svantaggiato rispetto ad un profilo politico) non era del tutto corretta: un profilo tecnico era esattamente ciò che era richiesto in entrambi i casi, caratterizzati da pressanti esigenze di presidiare, attraverso competenze tecniche, una dimensiona dal forte rischio economico, sociale e politico.

"Nel mio caso, avanzato, ho trovato anche un vero coach molto efficace", mi ha scritto oggi Gianmarco dal suo nuovo lavoro in Asia: "oltre l'inglese, ho appreso anche alcune tecniche di colloquio e conservo i preziosi schemi che preparava durante il coaching per il successo di un intervista di lavoro".  

 

 

La soluzione non sempre è quella più scontata

...chi ha paura del lupo?||navigare efficacemente le job interviews

Star InactiveStar InactiveStar InactiveStar InactiveStar Inactive
coaching linguistico

...ma chi l'ha detto che per avere successo in una job interview devi inondare l'intervistatore di bugie?

AngeloFanelli

Il tipico colloquio di lavoro in Italia assume sempre più la forma di una farsa: non c'è attenzione alle competenze reali delle persone, né capacità di valutarle oggettivamente.

E' per questo che molti si rivolgono all'estero:

per impiegare al meglio le proprie competenze, trovare riconoscimento, e soddisfazione

 

 

Il primo momento critico con cui ti devi confrontare è proprio quello della Job Interview in una lingua che non è la tua. Il coaching ReCoLL(r) può aiutarti.

 

[>>>>>>>>>CONTINUA LA LETTURA>>>>>]

 

Il coaching ReCoLL(r) è un metodo efficace per affrontare situazioni come queste.


Il coaching Parlare in pubblico

Esplora il mio CV Profilo LinkedIn


Prenota una sessione gratuita di coaching


 

Chiediti chi ti aiuta...

Star InactiveStar InactiveStar InactiveStar InactiveStar Inactive

 

 

Quando scegli un coach, chiediti prima di tutto: "CHI è la persona a cui sto chiedendo di aiutarmi?"

Angelo

  • So di cosa sto parlando: management, strategia, organizzazione, gestione delle risorse umane... ingredienti essenziali per un coach!
  • So come si insegna: in Italia e all'estero, in più lingue, agli studenti universitari, post-laurea, master, MBA, ad imprenditori e manager...
  • So agire interculturalmente: ho vissuto a lungo all'estero - USA, Francia, Europa, Australia, Asia....
  • So scrivere: articoli scientifici e divulgativi, ma anche libri, saggi, narrativa, copioni teatrali, articoli giornalistici, traduzioni e favole per bambini....
  • So comunicare in contesti diversi: docente, attore, regista teatrale, presentatore di eventi...
  • So come allenarti: lunga esperienza come coach di inglese e francese

Curriculum Vitae

Pubblicazioni scientifiche & letterarie

 


Competenze specifiche, estese e riconosciute nel management, strategia, organizzazione, gestione delle risorse umane... Lightbox Image Vivo in Umbria, dove da anni lavoro come coach per professionisti di tutti i settori...
Formatore esperto: vent'anni di formazione agli adulti a tutti i livelli. Ampia esperienza nella scrittura...accademica, narrativa, saggistica, teatrale, giornalistica, traduzioni.... Lightbox Image
Lightbox Image Conoscenza dei paesi esteri e della loro cultura: anni di vita all'estero....USA, Francia, Europa, viaggiatore incallito in Asia.... Lightbox Image Esperienza a tutto tondo: docente, attore, regista teatrale, presentatore di eventi...

 


Curriculum Vitae

Pubblicazioni scientifiche & letterarie

Benvenuto nel sito del Coaching!

Star InactiveStar InactiveStar InactiveStar InactiveStar Inactive

Stai cercando un metodo innovativo per apprendere l'inglese o il francese?

Prenota una sessione gratuita di coaching


Hai bisogno di apprendere a comunicare efficacemente per un colloquio di lavoro in inglese o francese?
Vorresti espandere le tue capacità di interagire efficacemente con partners esteri? Vuoi migliorare le tue capacità di comunicazione in lingua estera?
Cerchi una iniziativa di formazione per sviluppare le tue capacità di public speaking in italiano, inglese, o francese?
Esplora il mio sito, e capirai se sono la persona giusta!

 

 
 Il coaching Parlare in pubblico

Esplora il CV di Angelo  Profilo LinkedIn


Prenota una sessione gratuita di coaching 

The Caravanserai|English public speaking workshop for professionals

Star InactiveStar InactiveStar InactiveStar InactiveStar Inactive

Want to improve your English public speaking skills? Stop at the caravanserai!

 

"A caravanserai (/kærəˈvænsəri/) was a roadside inn where travelers (Caravaners) could rest and recover from the day's journey. Caravanserais supported the flow of commerce, information, and people across the network of trade routes covering Asia, North Africa, and southeastern Europe, especially along the Silk Road". (source: Wikipedia)

Why? The major goal of the Caravanserai: improving participants’ public speaking skills.

A small group of professionals (3-6 people) led by an experienced communicator (AngeloFanelli) will work on:

a) “testing” each participant’s communication and public speaking skills directly within the group;

b) identifying strengths and weaknesses of one’s actual communication style and ways of improving;

c) reflecting in a safe and supportive environment on potential improvements within each participant’s style;

d) understanding, from a science-based perspective, why and how changes in one’s communication style are possible.

        

What? Careful homework to achieve great improvisation From the simple “elevator talk” to a “plain-vanilla presentation”, to more structured impromptu speeches, the impression of a great improvised speech comes from careful homework: preparing – and testing! – in advance several communication modules at increasing levels of complexity.
How?

 

The Caravanserai is organized on a bottom-up (experiential) basis.

 

Within each session, participants present to the group a topic from their direct professional experience. The small-group context (3-6 people) allows each participant to safely engage the audience in Q&A sessions. With the support of Angelo Fanelli’s theoretical and professional background, presentations and feedback elements are integrated into a series of concluding considerations geared towards improving the effectiveness of each participant’s presentation.

Who?

Professionals.

The Caravanserai puts together entrepreneurs, lawyers, engineers, etc. already possessing a basic-to-intermediate level of English and several years of experience in their jobs. Thus, interactions start at a high level of detail and understanding, thereby increasing their opportunities to expand their presentation and communication skills in English on topics concerning their jobs, as well as to integrate learnings from other professions.
When?

Two sessions per month

(Sat afternoon)

Each session lasts for 3 hours.

Sessions are held bi-monthly, on Saturday afternoons (alternative arrangements are possible) so participants have ample time to expand on their presentations, as well as develop more complex communication modules over time.

Where? Training room in Perugia with all the standard audio-visual tools.
How Much? The cost for each month (two, 3-hour sessions) is 90€

 Enroll now, or request more info: angelo(at)communicationskill.it

More Articles ...

LA NEWSLETTER

Resta informato sulle mie iniziative, approfondisci il coaching, e leggi le storie di chi ho aiutato a migliorare le proprie capacità di comunicazione.

News dal mondo del coaching!

CONTATTI

13, Via Montefreddo
16132 Perugia (ITALIA)

cell. +39.3480331144
angelo@communicationskill.it

CONTATTAMI